GM Consulenza e Formazione

                                       "Anche il viaggio più lungo comincia sempre con il primo passo"   Proverbio Cinese


L’Integrazione sensoriale secondo Jean Ayres: principi della teoria e concetti base di intervento

 Centro LARS Via Beveraturo snc - Sarno (Sa)

14-15 Ottobre 2017

 

Competenze tecnico-professionali:

L'Integrazione Sensoriale è il processo neurologico mediante il quale vengono organizzate le informazioni sensoriali, provenienti dal corpo e dall'ambiente, per consentire all’individuo un funzionamento e una relazione efficace nel e con l’ambiente.

Per un corretto funzionamento nell’ambiente il cervello deve avere la capacità di filtrare e interpretare una grande quantità di informazioni: tutti gli aspetti delle informazioni sensoriali sono associati, interpretati e unificati a livello cerebrale.

Le prassie per esempio sono un prodotto finale di una buona Integrazione Sensoriale.. sapere cosa fare, come farlo e quando farlo.

L’Integrazione Sensoriale rappresenta la base del processo di sviluppo umano. Il processo di maturazione del sistema nervoso centrale determina un progressivo adattamento dell’individuo alle necessità dettate dall’ambiente. Regolazione emotiva, apprendimento, concentrazione sono i risultati di un adeguata Integrazione Sensoriale.

L’Integrazione Sensoriale, oltre ad essere un processo neurologico, è il principio teorico elaborato dalla Terapista Occupazionale Jean Ayres, PhD, OTR, a partire dagli anni '70 nella teoria dell’Integrazione Sensoriale (ASI®). Esso rappresenta un approccio d'intervento per bambini con disordini percettivi del neuro sviluppo.

Obiettivi formativi

·         Revisione teorica della terapia di integrazione sensoriale

·         Apprendimento di strategie nell’osservazione clinica

·         Apprendimento di strategie per i diversi profili sensoriali

 

Obiettivo principale è diffondere e mettere a conoscenza circa la Teoria di Integrazione Sensoriale per affrontare i disordini evolutivi da una prospettiva diversa rispetto ai comuni approcci.

 

Metodologia  didattica:

Lezioni magistrali; dimostrazioni tecniche; lavori in gruppi; esercitazione; discussione casi clinici

 

Insegnamenti specifici:

Sviluppo neuromotorio; Sviluppo sensoriale; Metodo ASI®; Concetti base dell’Integrazione Sensoriale; le AVQ; Test di valutazione.

 

Destinatari: Medico Chirurgo – Discipline: Neuropsichiatria Infantile, Medicina Fisica e Riabilitazione, Psichiatria, Neurologia, Pediatria

Psicologo – Discipline: Psicologia, Psicoterapia

Terapista Occupazionale, Terapista Della Neuro e Psicomotricità Dell’età Evolutiva, Logopedista, Fisioterapista, Educatore Professionale

Obiettivo formativo: Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica. malattie rare

A

A

Programma

Sabato 14 Ottobre 2017

08:30 Registrazione partecipanti

08:50 Introduzione ai lavori

L’ importanza del profilo sensoriale

Rosa Passerini – Neuropsichiatra Infantile Centro LARS

Sessione mattutina  Irene Bressan

09:00 Lo sviluppo del bambino: verso la conquista dell'ambiente

09:30 Percezione, azione e apprendimento: il rapporto circolare tra ambiente e percezione nello sviluppo del bambino

10:00 A. Jean Ayres e l'Integrazione Sensoriale: ASI® tra arte e scienza

11:00 Coffee break

11:15 La percezione somatosensitiva: i tre sensi base

11:40 Comportamento, apprendimento e Integrazione Sensoriale

12:00 Principi e prerequisiti per l’Integrazione Sensoriale efficace

12.30 L’albero dello sviluppo della percezione

13:00 Light lunch

Sessione pomeridiana  Irene Bressan

14:00 Caratteristiche dell'intervento ASI® (Ayres Sensory Integration)

14:30 Concetti chiave dell'Integrazione Sensoriale: Modulazione e Integrazione Sensomotoria

15:30 Come i Disturbi di Integrazione Sensoriale influiscono nelle AVQ (Attività Di vita Quotidiana)

16:00 Coffee break

16:15 Strumenti di valutazione/osservazione Simonetta del Signore

 

Domenica 15 Ottobre 2017

08:30 Registrazione partecipanti

Sessione mattutina  - Attività pratiche in gruppo

Oscar Cardozo Sanchez – Litterio Runza

09:00 La persistenza dei riflessi primari e il loro impatto sulle funzioni del bambino: legame tra DSA e permanenza dei riflessi

10:00  Osservazione e Valutazione:

Il De Gangi Berk Test

Il Sensory Profile Questionnaire

11:15 Coffee break

11:15 Lo sviluppo motorio e sensoriale e l’osservazione del comportamento

13:00 Light lunch

Sessione pomeridiana - Attività pratiche in gruppo

Oscar Cardozo Sanchez – Litterio Runza

14:00  Materiali, risorse e attività per favorire lo sviluppo senso motorio: il gioco come strumento terapeutico

16:00 Il bambino in relazione a stimoli sensoriali

Verifica apprendimento finale

A

A

A

Scarica la Brochure

Scarica la scheda di iscrizione